Una breve presentazione sia del Comune di Penne che di Naide Della Pelle, Pennese di nascita e pennuta d'anima...
Natura Giuridica è un impresa di consulenza specializzata in servizi alle imprese: oltre alla consulenza in diritto dell'ambiente e dell'energia, propone anche consulenza in comunicazione web:
  • progettazione e realizzazione di piattaforme web
  • ottimizzazione di piattaforme web già esistenti
  • formazione per la gestione di piattaforme web
  • spazi per la tua pubblicità on line

Contatti: info@naturagiuridica.com

Lezioni di Comunicazione: facebook in età adolescenziale

>> mercoledì 24 agosto 2011

Nel precedente articolo intitolato lezioni di comunicazione ho iniziato a "divulgare" alcune delle lezioni di comunicazione che ho avuto l'opportunità di apprendere durante le esperienze di studio e di lavoro nel settore della comunicazione. 
Con l'articolo di oggi, introduco il tema dell'utilizzo del social network per eccellenza, Facebook, in età adolescenziale. Lo spunto come al solito è tratto dalla vita reale, ed in particolare dalle sempre più numerose richieste di amicizia che mi arrivano da ragazzi e ragazze nati negli anni 90. 
In linea di massima, non vedo nulla di male nel frequentare i social network anche quando si è molto giovani, a patto che lo si faccia seguendo un paio di regole di buon senso e, direi, di lungimiranza. Nel flusso incessante di contenuti pubblicati dagli amici (intendendo questo termine in chiave squisitamente social), mi capita di leggere i messaggi che questi ragazzi e ragazze si scambiano e trovo delle cose che non sarebbe per niente opportuno pubblicare come:
- testi scritti in un italiano molto approssimativo, e contenenti parolacce o invettive contro questo o quello;
- foto equivoche che mostrano - specialmente le ragazze - con pochi abiti e in situazioni facilmente fraintendibili con una presunta disponibilità ad avventure e flirt on line. 
Le conversazioni che le ragazze della mia età facevano in cameretta con l'amica del cuore, magari ascoltando un cd (eh si, ai miei tempi c'erano già ma erano più cari di oggi ;)), o in eterne conversazioni telefoniche, si trasferiscono sul social network e diventano non solo sociali, nel senso che più persone, oltre i protagonisti, possono partecipare in diretta alla conversazione, ma diventano PUBBLICHE, ossia alla portata di tutti gli amici, e di tutti gli amici degli amici. 

In altri termini, in maniera (credo) del tutto inconsapevole, si crea un'immagine di sé on line frutto di una pericolosa commistione tra elementi privati e pubblici, una puzzle le cui tracce rimarranno on line potenzialmente per sempre, a meno che non si decida di avviare una certosina opera di bonifica di tutti i social network ed i siti su cui abbiamo nel corso del tempo lasciato commenti o pubblicato immagini.
Tutto ciò è molto pericoloso, perché sempre più datori di lavoro decidono di assumere - o di licenziare - anche sulla base di ciò che il candidato o il dipendente postano su Facebook.
Una volta, questo fenomeno si verificava con i datori di lavoro del settore della comunicazione on line: avete mai fatto caso al fatto che chi lavora con internet tende a dare massima trasparenza alle proprie performances lavorative e a garantire una altrettanto massima tutela dei propri dati personali?
Non avete mai pensato che a un web master o a un programmatore oppure ad un esperto SEO converrebbe molto di più esporsi anche solo per avere più pubblicità?
Oggi, con la maggiore diffusione della banda larga e dei pc a basso costo, Facebook e similari sono alla portata di tutti, non solo dunque di datori di lavoro specializzati in web.
Detto questo, mi sento di consigliare, come farebbe una sorella maggiore, poche e semplici accortezze (che assumono ancora più importanza se sognate di lavorare a qualsiasi titolo nel mondo della comunicazione): se proprio avete voglia di comunicare segreti e bugie ai vostri amici tramite web, usate reti e canali protetti come chat private, la cara vecchia e mail o forum ad accesso protetto. 
Usate Facebook per darvi appuntamento al mare, in piscina o a mangiare la pizza, commentare l'ultima partita di pallone della squadra del cuore, o l'ultimo film visto al cinema, oppure una notizia che vi ha colpito ma fatelo usando un linguaggio sì informale, ma depurato da riferimenti potenzialmente offensivi.
Poi spegnete il pc, ed uscite davvero con i vostri amici.

In relazione all'utilizzo disinvolto di FB, credo che possa essere interessante leggere questo articolo sulle 5 foto da non mettere mai nel proprio profilo.
Bookmark and Share

0 commenti:


Questo sito potrebbe utilizzare cookies di terze parti per migliorare la navigazione del sito. Continuando la navigazione in questo sito, si acconsente all’uso di tali cookies.
In alternativa è possibile rifiutare tutti i cookies cambiando le impostazioni del proprio browser,
oppure uscire dal sito. Clicca su INFO per maggiori informazioni. ESCI per abbandonare.

Visualizzazioni di pagine: ultimo mese

Pennesi nel Mondo è segnalato su:

BlogItalia - La directory italiana dei blog

arsitekartikelblog directorykitchen cabinets designpulsa

Dona il 5 per mille all'A.I.L.

Perché questo blog

I motivi che mi hanno spinto ad aprire questo blog, dedicato a tutti i Pennesi nel mondo, sono descritti nel post perché aprire questo blog .

Pennesi nel Mondo

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica e non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. L'amministratore del blog, pur mantenendo costante azione preventiva, non ha alcuna responsabilità per gli articoli, siti e blog segnalati e per i loro contenuti. Ogni commento inserito nei post viene lasciato dall'autore dello stesso accettandone ogni eventuale responsabilità civile e penale. Le foto ed i video contenuti in questo blog sono da intendersi a puro carattere rappresentativo, divulgativo e senza alcun fine di lucro. Sono copyright dei rispettivi autori/agenzie/editor.

Di cosa mi occupo

Sono co-fondatrice di "Natura Giuridica di Andrea Quaranta - servizi alle imprese" impresa di consulenza specializzata in assistenza giuridica in ambito ambientale (diritto dell'ambiente e dell'energia) e progetto web integrato che comprende il sito www.naturagiuridica.com e il blog naturagiuridica.blogspot.com.
Andrea Quaranta è giurista ambientale e propone servizi di consulenza ambientale, assistenza ambientale e pareri in materia di diritto ambientale, per imprese, P. A. e privati Cittadini. Natura Giuridica si occupa inoltre di comunicazione ambientale e corsi di formazione su tematiche ambientali.

  © Blogger templates Sunset by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP