Una breve presentazione sia del Comune di Penne che di Naide Della Pelle, Pennese di nascita e pennuta d'anima...
Natura Giuridica è un impresa di consulenza specializzata in servizi alle imprese: oltre alla consulenza in diritto dell'ambiente e dell'energia, propone anche consulenza in comunicazione web:
  • progettazione e realizzazione di piattaforme web
  • ottimizzazione di piattaforme web già esistenti
  • formazione per la gestione di piattaforme web
  • spazi per la tua pubblicità on line

Contatti: info@naturagiuridica.com

Essere di Penne in provincia di Pescara

>> lunedì 28 marzo 2011

Per sentirsi di Penne non è necessario esserci nati. Per essere di Penne basta possedere dei ricordi di vita vissuta a Penne, magari ricordi d'infanzia, di quando si tornava a Penne dalla città per fare visita ai nonni, come ci racconta Luciano Marcelli, blogger e scrittore, nipote di Luciano ed Elvira Marcelli:

Il cortile della casa dei nonni
"Io non sono nato a Penne, però ci ho trascorso molte lunghe estati, sin da piccolo, e ci sono tornato ogni anno, spesso più di una volta l'anno, e continuo a farlo, oggi trattenendomi meno: allora era un posto perfetto per i mesi senza scuola; oggi è un bagno nelle radici dei miei, se non nelle mie proprie, qualche zingarata con gli amici e una visione di quei luoghi, di quella natura e di quell’architettura; di quell’ambiente tipico che ho negli occhi del ragazzino che resiste qua dentro di me.

In largo Sgariglia giocavo con delle automobiline o con altri oggetti, stando seduto o perfino sdraiato per terra, se la nonna non mi vedeva, in un epoca in cui l'unica automobile vera, negli immediati paraggi, era una FIAT 850 parcheggiata appena finita la salita del Codacchio, alla base del muro che si trova in quel punto sulla destra.

Seduto, accovacciato, sdraiato: ricordo che stavo a contatto con il suolo, così come, immagino, le generazioni che mi hanno preceduto; mentre da un certo punto in poi anche Penne, come tutta l'Italia, si è riempita di macchine e il suo centro storico, come in molti altri paesi e cittadine, specialmente al centro e al sud, si è svuotato di persone.

Ricordo i ciuffi d'erba corta corta tra le pietre di largo Sgariglia: per me è come se quel suolo fosse insieme il mio prato, il mio mare, il mio materasso; era il mio luogo. La differenza è che oggi non c'è spazio per giocare, tra i veicoli parcheggiati; la differenza è che oggi ho cinquant'anni e non cinque.

Però non sono ricordi che mi mettano malinconia, salvo una sottile vena: è, invece, soprattutto, il ricordo di giornate estive di una luce gloriosa, di un cielo spaccato dal sole, della pietra calda, del verde intenso tra le commessure e del verde umido dei vischi che attecchivano nelle zone in ombra. Il ricordo di un'Arcadia che il passare degli anni ha reso ancora più magica.

In quei pochi decametri quadrati di largo Sgariglia c'era un mondo intero di sentieri, di pianure, di avventure lungo cui lanciare la fantasia e le emozioni. Pochi decametri come un mondo da esplorare e da visitare e da ripercorrere.

Poi, c'era l'oltre: quando ero bambino o ragazzo, il tragitto da là fino a Sant'Agostino e oltre si percorreva immersi in una folla a piedi; passato Cicoria o Bavino (forse adesso confondo i negozianti), dove la mia nonna mi mandava a fare qualche compera di quando in quando, e continuando lungo via Roma, le vie erano popolate e si arrivava fino alla porta San Francesco sempre tra la gente; stessa cosa se si prendeva per la piazza o se si saliva vero il duomo: bambini, mamme con carrozzine, anziani e anziane, uomini adulti, voci, colori, corse, chiacchiere, giochi; il centro era un luogo vivo di rumori umani, di attività, di botteghe e di case abitate.

Bookmark and Share

0 commenti:


Questo sito potrebbe utilizzare cookies di terze parti per migliorare la navigazione del sito. Continuando la navigazione in questo sito, si acconsente all’uso di tali cookies.
In alternativa è possibile rifiutare tutti i cookies cambiando le impostazioni del proprio browser,
oppure uscire dal sito. Clicca su INFO per maggiori informazioni. ESCI per abbandonare.

Visualizzazioni di pagine: ultimo mese

Pennesi nel Mondo è segnalato su:

BlogItalia - La directory italiana dei blog

arsitekartikelblog directorykitchen cabinets designpulsa

Dona il 5 per mille all'A.I.L.

Perché questo blog

I motivi che mi hanno spinto ad aprire questo blog, dedicato a tutti i Pennesi nel mondo, sono descritti nel post perché aprire questo blog .

Pennesi nel Mondo

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica e non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. L'amministratore del blog, pur mantenendo costante azione preventiva, non ha alcuna responsabilità per gli articoli, siti e blog segnalati e per i loro contenuti. Ogni commento inserito nei post viene lasciato dall'autore dello stesso accettandone ogni eventuale responsabilità civile e penale. Le foto ed i video contenuti in questo blog sono da intendersi a puro carattere rappresentativo, divulgativo e senza alcun fine di lucro. Sono copyright dei rispettivi autori/agenzie/editor.

Di cosa mi occupo

Sono co-fondatrice di "Natura Giuridica di Andrea Quaranta - servizi alle imprese" impresa di consulenza specializzata in assistenza giuridica in ambito ambientale (diritto dell'ambiente e dell'energia) e progetto web integrato che comprende il sito www.naturagiuridica.com e il blog naturagiuridica.blogspot.com.
Andrea Quaranta è giurista ambientale e propone servizi di consulenza ambientale, assistenza ambientale e pareri in materia di diritto ambientale, per imprese, P. A. e privati Cittadini. Natura Giuridica si occupa inoltre di comunicazione ambientale e corsi di formazione su tematiche ambientali.

  © Blogger templates Sunset by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP